Céline Dupré, la fata dei boschi.

Céline Dupré ha un sorriso contagioso ed una cerchia di amici fedeli che la proteggono come elfi della luce.

Céline Dupré non passa inosservata, non solo perché ha quell’elegante fragilità e quello charme sottile delle donne francesi (così difficile da imitare!) ma perché cela un’anima da amazzone. Grande comunicante ed esperta del settore heathcare, Céline dirige insieme all’amica di lunga data Jenny Trupin, l’ Agence Comm-Santé, solida agenzia di comunicazione che segue le grandi cause de settore sanitario pubblico. Ma questa fata dei boschi ama le sfide, é allo stesso tempo ostinata e indulgente e, come me, condivide lotte e progetti che hanno come protagoniste le donne. E’ inoltre un’alleata eccellente per qualsiasi idea visionaria!

diner-caritatif-annuel-rose-association-celine-dupre-la-bella-bordeaux-le-ragazze-di-bordeaux

Dîner caritatif annuel. Céline Dupre, Paolo de Cesare (Printemps) et Céline Lis-Raoux

Céline Dupré accetta nel 2014 di concepire un progetto totalmente utopico con Céline Lis-Raoux e fonda l’Associazione Rose. In realtà le due Céline sognano di pubblicare una rivista patinata per accompagnare tutte le donne colpite da tumore, verso la consapevolezza della propria femminilità, malgrado la malattia. Rose Magazine nasce grazie ad una cordata di aiuti, collaborazioni e sostegni materiali nonché alla tenacia estrema della stessa Céline. Nessuno meglio di lei interpreta l’adagio di Mark Twain: Non sapevano che fosse possibile, allora l’hanno fatto

 

 

Oggi Rose non é solo una rivista, ma uno stile di vita, una visione positiva per vivere e affrontare la malattia, una rete di sostegno di migliaia di donne che condividono e partecipano alle molteplici iniziative promosse dall’Associazione Rose. Ma non bastava…

maison-rose-celine-dupre-luciana-morgera

Céline Dupré, Luciana Morgera, Jenna Boitard (directrice de la Maison Rose) et Charline Roque

Céline Dupré immagina proprio a Bordeaux la Maison Rose, un luogo di ritrovo accogliente, conviviale, ludico e d’informazione che propone circa 170 ore di attività mensili fra atelier, conferenze e corsi organizzati su 6 temi principali: bellezza, benessere, sport, igiene alimentare, coaching per il reinserimento professionale e arti creative, dove le donne possono rigenerarsi durante e dopo i trattamenti.  Come créatrice d’ambiance ho avuto l’onore  di avere carta bianca da Céline Dupré per occuparmi della scenarizzazione, dell’atmosfera e degli arredi della Maison Rose, interpretando soprattutto il desiderio di serenità e di convivialità delle ladies Rose. In pochissimo tempo la Maison Rose é diventata un vero punto di riferimento e accoglie più di 600 passaggi al mese. Un successo davvero meritato.

 

 

Certo Céline, che organizza la sua vita lavorativa fra Bordeaux e Parigi e quella familiare fra Cap Ferret e Marrakech, possiede una generosità rara e, ai miei occhi, incarna perfettamente la donna del terzo millennio: prammatica, filantropa, viaggiatrice consapevole, dallo spirito libero. Se la incontrate non fatevi ingannare dalla sua rara dolcezza…. determinazione e tenacia sono i suoi veri atouts! Ed a pensarci bene, io sono davvero orgogliosa di essere uno dei suoi piccoli elfi danzanti.